Sono le ore 8:35:00 AM del 7/22/2017
HOME Libro Owners Raduni passati Storia Iscriviti Links Forum
 
Questa è la voce del Club
Quest'anno abbiamo pensato di dar voce a coloro che con il loro impegno mantengono vivo il nostro Club rendendoli protagonisti e dedicandogli singolarmente ed alternativamente la prima pagina del nostro sito dove avranno la possibilità se lo vorranno, di far conoscere al mondo intero se stessi e la loro Corvette.
 

Questa è la voce di MAKO SHARK 1949............

"Corvette, il marchio simbolo dell'auto sportiva made in U.S.A. Nata nei primi anni '50, dopo varie evoluzioni, dalla C1 alla C6 attuale, è giunta fino ai nostri giorni mantenendo inalterato il suo fascino.
Da un anno circa, sono felice possessore di una C6 Competition nera con cambio automatico-sequenziale, un "mostro" da 437 CV, 310 Km./h circa, da 0 a 100 in 4,1 sec. Non è la più potente tra le Corvette, ma ......basta e avanza!

Ho percorso circa 12.000 Km in tutta sicurezza e con una guida sempre emozionante, anche ai bassi regimi. Anzi, è proprio quando vai piano che apprezzi l'elasticità estrema del suo motore 8/V 6.200 cc con una coppia inesauribile.
Considerando che a circa 1.500 giri in sesta marcia viaggia a 80/90 Km/h, provate ad immaginare quale spinta si possa ottenere quando si "tirano" le marce oltre i 6.000 giri! E che musica il rombo del motore!
E i consumi?
In città e nel misto circa 8 Km litro. In autostrada, a velocità codice ho calcolato e ricalcolato più volte, dato che non ci credevo, ed il risultato era sempre quello: 10,7 - 10,8 Km/l
Niente male per una supercar da 300 Km/h, per di più automatica.
La uso tutti i giorni, in tutte le condizioni di traffico e vi assicuro che non soffre ingorghi, code e nemmeno la spesa al supermercato, con il carrello riempito da mia moglie!
Un'ultima considerazione merita il prezzo.
Questo modello, fornito dalla casa in un unico allestimento, praticamente full optional, costa 60.000 Euro circa.
Con i soldi necessari per una Ferrari, Aston Martin, Lamborghini, Porsche, ecc te ne compri 3!
Un'auto che vale la pena scoprire, provare, apprezzare......e mai più abbandonare!

                                                                                                  G.M. "

 

Corvette Gianni Corvette Gianni



Questa la voce di Sten .................................

Ciao, il mio nick è Sten e qui di seguito vi voglio raccontare la mia esperienza col mondo Corvette.

La mia avventura inizia nel 2007 quando presi la decisione di cambiare auto acquistandone una nuova.
 
Da appassionato di motori in generale quale mi ritengo, iniziai a scremare le auto presenti selezionando 4 tra le migliori Supercar in circolazione.
 
La mia scelta doveva essere fatta tra la nuova BMW M3, la Porsche 997 GT3, la Aston Martin V8 Vantage e, ovviamente, la Corvette C6 Z06.
 
Sintetizzando, una a una le rivali della Corvette caddero sotto i colpi dei difetti che io, un pò alla volta provandole, gli trovavo.
 
L'M3 non potevano farla pagare così tanto per una "semplice" coupè vitaminizzata oltretutto denaturata del glorioso 6 cilindri in linea per un V8.
 
L'Aston è semplicemente stupenda. Ma questa è la sua unica qualità. Okay le ottime rifiniture, ma come motore non ci siamo. Solo un bel suono.
 
La GT3 è la migliore delle 997 se non l'unica Porsche degna ancora di questo nome ma, dopo aver provato la Corvette, non ho più avuto dubbi.
 
Corvette C6 Z06, possente, bassissima, larghissima, imperiale, impetuosa, sensuale, sconvolgente, sexy, e tutto ciò semplicemente vedendola da ferma!
 
Me la ricordo la prima volta che la vidi in concessionaria; era di colore giallo e sembrava talmente grande da occupare tutto lo spazio interno dell'autosalone.
 
Me ne innamoraio subito anche perchè di linee così per le nostre strade non se ne vedono tante e alla sola idea di potermi distinguere il sangue mi cominciò a bollire nelle vene.
 
Chiesi subito una prova su strada che mi fu da li a poco concessa. Mi ricordo quando ci salii per la prima volta; innanzitutto gran rispetto e tanta tanta emozione.
 
Da ferma col motore acceso si muoveva tutta! Una sensazione che con le altre auto non si prova... Alla mia richiesta di spiegazioni mi venne risposto che lì davanti, lì sotto il cofano di fronte a noi, non c'era un semplice motore ma un 7.000 cc V8 da 513 cv che scalpitava! Svelato il motivo per cui si dimenava in quel modo, pronta a correre libera come un cavallo di razza nella steppa...
 
Il mio primo giro con lei fu tranquillo, qualche piccola accelleratina giusto per capire che la coppia era mostruosamente tanta (637 nm), e la velocità raggiunta appena un filino sopra il codice. Quello che mi colpì di più fu però l'elasticità del motore: in 5a marcia a 1.500 giri accellerai tutto e la Corvette riprese fulminea senza indugi ne strappi ne "vuoti" e con progressione continua saliva di giri, saliva, saliva... Che macchina!
 
Tornai a casa, presi mia moglie, le parlai della Corvette, la portai a fargliela vedere ed ora sono un fortunatissimo e felicissimo possessore di Corvette C6 Z06, gialla.
 
Cosa mi ha convinto più di tutti all'acquisto? Innanzitutto il rapporto "Value for Money" pari a nessun'altra Supercar in circolazione; un motorone 7.000 V8 aspirato con un bassissimo rapporto cavalli/litro (73/litro) che gli permettono di darlo testato per 1.000.000 di chilometri; un'accessoristica al top di gamma con interni full optional tra cui climatizzatore bi-zona, navigatore touch screen, sedile guidatore elettrico con 2 memorie, sedili riscaldati, head up display che proietta varie indicazioni sul parabrezza di fronte al pilota; impiato stereo Bose fantastico; 634 litri (!!!!!!) di bagagliaio a livello di una station vagon. Come avrete notato, sono tutte cose che la sua diretta e unica vera avversaria, la Porsche 997 GT3, non può permettersi di avere...
Senza parlare poi dell'estetica che poi quella, piace o non piace, ed è relativa, perchè "non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace". Ma a me piace, eccome! E piace molto anche alle donne, perchè da uno studio fatto si evince che solitamente sulle auto le linee taglienti piacciono di più agli uomini mentre le linee tonde, come le ha la Corvette, piacciono alle donne. Infatti mia moglie ne è innamorata tanto da farle dire che l'anteriore è simile al suo bel viso.
 
E' stata una bella scelta per me la Corvette. Dovevo scegliere la mia nuova auto che doveva essere anche la mia prima ed unica macchina. Eh si perchè io la Corvette la uso come prima macchina, tutti i giorni, indipendentemente dal clima o dal luogo in cui devo recarmi. Ci vado al lavoro, a fare la spesa, dagli amici, dai parenti, ai Raduni, in ferie, in chiesa, insomma ovunque. Questo ha i suoi pro e i suoi contro: i suoi contro li sapevo già fin da subito e sono che ovunque io vada, tutti lo sanno..."Oh qui c'è Sten! Guarda, lì c'è Sten! E' arrivato Sten! Che ci fa Sten lì? Sten qui?". I pro però sono infinitamente tanti e si possono riassumere nel sorriso perennemente stampato nella mia faccia ogni qualvolta salgo, metto in moto e mi incammino sulla mia Corvette. Oppure sulle facce dei passanti in tutte le strade, i paesi e le città che incontro. Questa è soddisfazione! Dopo una pesante giornata di lavoro salire sulla tua splendida, perchè magari appena pulita, Corvette e semplicemente tornare a casa; il tragitto ti fa cabiare visuale e la vita ti torna a sorridere e i pensieri positivi riaffiorano, proprio come se lei fosse la tua scialuppa di salvataggio.
 
Tanti mi dicono che sbaglio ad usarla per tutti i giorni, che loro si prenderebbero qualcos'altro da usare durante la settimana per lavoro. Ma perchè? Ho fatto 42.000 chilometri in poco più di 2 anni senza mai avere il minimo problema. Sono auto da appassionati, sono come delle bellissime donne che vanno trattate bene quindi, aspettare sempre che la temperatura dell'olio sia almeno sui 70 gradi, mai strapazzare il cambio e cercare di usare anche il freno motore insieme alle pinze freno, sgommare il giusto e rispettare la frizione. Insomma, basta un pò di accortezza e lei, come tutte le belle donne, ti saprà ripagare dandoti sempre il meglio, in ogni situazione e condizione d'uso, senza tradirti mai.
 
Un'altro aspetto interessante della Corvette, è che essendo un'auto americana si presta moltissimo ad essere preparata e con un motorone così grosso, aggiungere cavalleria a questa Supercar è cosa facilissima, spendendo oltretutto relativamente poco.
Personalmente ho solo cambiato il filtro dell'aria originale con uno un pò più sportivo della K&N per farla respirare meglio ed ho voluto valorizzare il sound portandolo al suono originale dei motori V8 americani con un sistema di ghigliottine a comando manuale dall'interno della macchina che baypassano i silenziatori posteriori rendendo lo scarico libero di sfogare tutta la rabbia senza più nessuna strozzatura o soffocamento. Risultato, con queste due semplici operazioni ora dovrei essere sui 570 cv. E in futuro non si sa...
 
Ci sarebbe tanto e tanto altro da dire su questa stupenda, meravigliosa ed unica Supercar Corvette C6 Z06 ma vorrei concludere che, in un mondo fatto di apparenze, di pecoroni e di finti fighetti, il possedere una Corvette e sentirsi parte del mondo Corvette è quanto di più unico e vero ci possa essere.
 
Grazie Corvette Club Italia per avermi dato la possibilità di poter esprimere la mia passione ed ammirazione con questo mio scritto. Il Sigillo sulla mia scelta di quest'auto è stato definitivamente messo quando ho saputo dell'esistenza di questo grande Club che non ha eguali nel panorama motoristico mondiale.
 
Corvette C6 Sten Corvette C6 Sten
 

Tutto il materiale presente sul sito Corvette Club Italia - Corvette Italia o dei rispettivi proprietari. E' vietata la riproduzione anche parziale senza un'esplicita autorizzazione scritta dello staff. 2007 © Copyright Corvette Club Italia